Gli Scacchi a Scuola-Associazione Dilettantistica Scacchi Diamoci una Mosssa

Associazione Dilettantistica Scacchi Diamoci una Mosssa

Gli Scacchi a Scuola

  
 DSCN3216


La nostra associazione collabora stabilmente da anni con numerosi istituti comprensivi svolgendo il Progeto Scacchi


Perché anche gli scacchi a scuola:

alcune semplici motivazioni. Questa disciplina favorisce:

  • Le capacità di riflessione tanto analitica tanto sintetica, l'immaginazione e la programmazione razionale di un progetto logico, il suo controllo nel corso dello sviluppo con la necessità di verificarlo e di modificarlo correttamente, confrontandolo con i mutamenti prodotti dall'analogo progetto logico dell'avversario.
  • Le capacità di concentrazione anche prolungata, di ponderare ogni decisione (nel gioco, la mossa è irrevocabile), di valutare combinativamente i differenti parametri che determinano la posizione sulla scacchiera in ogni momento della partita, e cioè: il tempo, lo spazio, il materiale.
  • La capacità di ricercare con calma, con determinazione, con fiducia nelle proprie risorse intellettive la soluzione delle difficoltà, vagliando rigorosamente numerose ipotesi razionali per scegliere la più valida, rifiutando risposte affrettate e superficiali: negli scacchi può giovare la fantasia disciplinata, ma non l'improvvisazione.
  • La capacità di dominare gli impulsi, di contenere l'espressione di pensiero o di sentimento, di non fare affidamento su fattori casuali o di fortuna.
  • La crescita morale e la civiltà nei rapporti interpersonali. La partita a scacchi che pure rappresenta una figurazione simbolica della guerra, si svolge secondo un codice che ha sublimato la componente aggressiva, eliminandola persino dal linguaggio specifico del gioco; il confronto avviene in condizioni di equità, rimuove ogni ostacolo di disparità fisica, esige per regolamento la massima correttezza, educa alla lealtà nell'agonismo.

sono numerosi i risultati ottenuti sul piano del gradimento da parte degli alunni, su quello agonistico, ma soprattutto sul piano del recupero degli alunni con difficoltà d’apprendimento, di concentrazione o con disagio psicologico.

L’istruttore rivolgendosi loro con grande sensibilità, ottiene, in molti casi, più di quanto si può sperare.

In questi alunni le abilità acquisite si vanno lentamente a trasferire nelle attività proprie del curricolo.

 

Ogni lezione sarà articolata in tre fasi

  • Esposizione teorica su scacchiera magnetica
  • Esercizi; Schede didattiche
  • Partite tra gli allievi sotto la supervisione dell’istruttore per la correttezza delle mosse e del comportamento.

Struttura dei corsi

  • I corsi possono riguardare tutte le classi a partire dalla prima
  • Durata minima per il corso base 6/7 ore
  • Lezioni da circa un’ora a cadenza settimanale
  • Partecipazione della scuola ai Giochi Sportivi Studenteschi
  • Organizzazione di manifestazioni: scacchi “viventi”,simultanee, scacchi giganti

Possibilità di proseguire l’attività agonistica contattando i centri di approfondimento della FSI più vicini
Immagine_050DSCN3320